Incentivo a fondo perduto

Nov 4, 2022 Uncategorized
incentivo a fondo perduto 2022
Incentivo a fondo perduto per
Transizione Digitale organismi culturali e creativi
(Decreto Ministero della Cultura 19 ottobre 2022, n1. 385)

A partire dal 3 novembre 2022 e fino al 1 febbraio 2023, sarà

possibile presentare domanda di agevolazione a valere sul nuovo incentivo a fondo perduto TOCC “Transizione

digitale organismi culturali e creativi”, che mette a disposizione contributi a fondo perduto fino

all’80% per progetti riguardanti:

Creazione di nuovi prodotti culturali e creativi per la diffusione live e online;

Diffusione dei prodotti culturali verso un nuovo pubblico e verso l’estero;

Attività per la fruizione del proprio patrimonio attraverso piattaforme digitali e format narrativi;

Digitalizzazione del proprio patrimonio con obiettivo di conservazione, diffusione e condivisione;

Incremento del crowdsourcing e sviluppo piattaforme open source per la realizzazione e condivisione

di progetti.

Soggetti Beneficiari per l’incentivo a fondo perduto

Micro e Piccole imprese, incluse le società cooperative, le associazioni non riconosciute, le

fondazioni, le organizzazioni no profit, nonché gli Enti del Terzo settore iscritti o in corso di iscrizione

al RUNTS e già costituiti al 31/12/2020. Risulta inoltre possibile presentare progetti sottoforma di

rete, con accordi di partenariato o forme contrattuali di collaborazione preventive, in numero minimo

di 3 e massimo 5 soggetti, con i succitati requisiti

Progetti ammissibili

I progetti proposti possono avere un valore massimo di € 100.000.00 e una durata massima di 18 mesiProgetti ammissibili

I progetti proposti possono avere un valore massimo di € 100.000,00 e una durata massima di 18

mesi in uno o più dei seguenti ambiti di attività: Musica, Audiovisivo e radio (inclusi film, cinema,

televisione, videogiochi, software e multimedia), Moda, Architettura e Design, Arti visive (inclusa la

fotografia), Spettacoli dal vivo e Festival, Patrimonio culturale materiale e immateriale (inclusi

archivi, biblioteche e musei), Artigianato artistico, Editoria, libri e letteratura.

Spese ammissibili

Sono ammissibili alle agevolazioni le spese sostenute in:

Impianti, macchinari, attrezzature, arredi e mezzi mobili;

Servizi specialistici e beni immateriali come software, brevetti, marchi, certificazioni etc.;

Opere murarie fino al limite massimo del 20% (adeguamenti, impiantistica e altri funzionali);

Capitale circolante fino al limite massimo del 20% (materiali, utenze, fitti e servizi funzionali).

Agevolazioni concedibili

Le agevolazioni sono concesse esclusivamente sotto forma di contributo a fondo perduto nella

misura massima dell’80% del progetto di spesa ammissibile e comunque per un importo massimo

pari a € 75.000,00. I soggetti realizzatori dovranno garantire la copertura finanziaria residua del

progetto apportando un contributo finanziario attraverso risorse proprie o finanziamenti esterni.

Concessione del contributo

L’erogazione del contributo avviene mediante presentazione di Stati Avanzamento Lavori (SAL),

al massimo pari a 2, con un SAL a Saldo pari almeno al 10% del contributo concesso. Risulta

possibile, previa presentazione di apposita fidejussione, ottenere un anticipo del 10% massimo del

contributo concesso entro 30 giorni dalla sottoscrizione del provvedimento.

consulenza tattica Vicnenzo Turiello esperto marketing e business

Per maggori informazioni e per accedere all’incentivo contattaci:

  • email: info@consulenzatattica.it
  • call & whatsapp: +39 3509608037




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.